FAQ

FAQ

  1. 1
    Sono necessari particolari requisiti per poter accedere ai corsi?

    I corsi sono aperti a tutti i soggetti interessati ad intraprendere la carriera nel settore della manutenzione aeronautica. Per accedere alle lezioni è richiesto il solo possesso del diploma di scuola media superiore.

  2. 2
    Come posso effettuare l’iscrizione ai corsi?
    • Per i Corsi in Aula: è necessario recarsi presso la Segreteria dell’Istituto, sito in Via Villa, 12 Verona, loc. Quinzano e richiedere l’apposito modulo di iscrizione che dovrà essere compilato e riconsegnato insieme ad una copia di un documento d’identità  e una copia del Codice Fiscale.
    • Per i Corsi on-line: è possibile compilare l’apposito modulo di iscrizione scaricabile direttamente dal sito web https://elvira.univr.it/IstitutoSanCarlo/effettuando il login “come ospite”. Una volta inseriti tutti i dati, il modulo dovrà essere restituito via fax al nr. 045/834.22.63 o tramite e-mail all’indirizzo:part66@istitutosancarlo.it insieme ad una copia di un documento d’identità, una copia del Codice Fiscale e la copia del bonifico attestante l’avvenuto pagamento.
  3. 3
    Qualora fossi interessato/a al corso on-line, è possibile prendere visione di una Demo del sito?

    Si. E’ sufficiente contattare la Segreteria dell’Istituto (vedi Sez.”Contatti“) e richiedere un ID e una Password, che permetteranno l’accesso alla piattaforma e alla versione Demo del corso.

  4. 4
    Se si opta per un corso modulare, è obbligatorio seguire l’ordine dei moduli?

    No, non è prevista alcuna propedeuticità tra i moduli.

  5. 5
    Una volta completati tutti i moduli teorici del corso di cat. B1.1 o B1.2, entro quale termine è necessario acquisire l’esperienza pratica minima richiesta dalla legge ai fini del rilascio della Licenza?

    L’esperienza pratica dev’essere acquisita entro 10 anni decorrenti dalla richiesta della Licenza presentata all’Autorità Competente.

  6. 6
    Quanti anni di esperienza pratica sono necessari prima di richiedere la Licenza di Manutentore Aeronautico di categoria B1.1 o categoria B1.2 all’Autorità Competente?

    Il Regolamento EU no. 1321/2014 Annesso III (Parte-66) precisa che il richiedente  deve avere maturato una esperienza pratica  nel settore della manutenzione aeronautica, quale condizione necessaria ai fini del ottenimento della licenza di manutenzione aeronautica (Rif. 66.A.30). Nello specifico:

    • tre anni di esperienza pratica nella manutenzione di aeromobili operativi, nel caso in cui il richiedente non abbia ricevuto alcuna formazione tecnica rilevante; oppure
    • due anni di esperienza pratica nella manutenzione di aeromobili operativi e completamento di un corso di formazione, ritenuto idoneo dall’Autorità Competente, come operaio qualificato in un’attività tecnica; oppure
    • un anno di esperienza pratica nella manutenzione di aeromobili operativi e completamento di un corso di formazione base approvato in conformità alla Parte 147.
    • cinque anni di esperienza pratica nella manutenzione su aeromobili operativi, nel caso in cui il richiedente non abbia ricevuto alcuna formazione tecnica rilevante; oppure
    • tre anni di esperienza pratica nella manutenzione di aeromobili operativi e completamento di un corso di formazione, ritenuto idoneo dall’Autorità Competente, come operaio qualificato in un’attività tecnica; oppure
    • due anni di esperienza pratica nella manutenzione di aeromobili operativi e completamento di un corso di formazione base approvato, in conformità alla Parte 147.
  7. 7
    Dove viene svolta l’attività pratica prevista per il Corso completo?

    L’esperienza pratica deve includere una serie rappresentativa di interventi di manutenzione rilevanti per la categoria per la quale si intende conseguire la Licenza.Le attività pratiche vengono svolte presso i nostri Laboratori situati in Via Piemonte, 2 a Lugagnano di Sona – Verona. La legge prevede, inoltre, che il 30% dell’esperienza pratica debba svolgersi all’interno di Imprese di Manutenzione approvate a Parte-145.

  8. 8
    Una volta superati gli esami dei moduli e acquisita l’esperienza pratica minima richiesta dalla normativa, a chi devo rivolgermi per ottenere il rilascio della Licenza di Manutentore Aeronautico?

    La domanda per il rilascio dev’essere presentata all’Autorità Competente (in Italia ENAC), utilizzando l’apposito modulo EASA Form 19.

    Alla domanda dev’essere allegata la seguente documentazione:

    • copia conforme del titolo di studio o autocertificazione a termini di legge;
    • copia conforme dei “Certificates of Recognition” o di altri attestati relativi ai corsi superati;
    • evidenze dell’esperienza di manutenzione;
    • copia di eventuali Certificati di Idoneità Tecnica posseduti in precedenza;
    • eventuale documentazione attestante il diritto al riconoscimento di crediti;
    • copia dell’attestazione del pagamento dei diritti.

    L’esperienza di manutenzione deve essere adeguatamente documentata; a tale scopo l’ENAC rende disponibile sul proprio sito Internet un apposito modulo definito MERL (“Maintenance Experience Record Log”), che può essere utilizzato per attestare il soddisfacimento del requisito di esperienza minima di manutenzione aeronautica (Circolare ENAC NAV-60A).

  9. 9
    Qual è la durata di validità di una Licenza di Manutentore Aeronautico?

    La Licenza di Manutentore Aeronautico ha una validità di 5 anni decorrenti dal rilascio, ad eccezione dei casi in cui l’Autorità Competente abbia ritenuto opportuno revocare, sospendere o limitare la Licenza.

    Alla scadenza dei 5 anni, il titolare inoltra la richiesta di rinnovo all’Autorità Competente, la quale, verificata la corrispondenza tra i contenuti della Licenza e i dati in suo possesso e l’assenza di alcuna azione di revoca, sospensione o limitazione, procede al rinnovo per ulteriori 5 anni (Rif. 66.A.40 Reg. EU nr. 1321/2014 – Annesso III_Parte66).

  10. 10
    In quali casi l’Autorità Competente revoca, sospende o limita la Licenza di Manutentore Aeronautico?

    L’autorità competente può sospendere, limitare o revocare la Licenza di Manutenzione Aeronautica nel caso in cui sussista un pericolo per la sicurezza, o nel caso in cui vi siano prove evidenti che il titolare  abbia svolto o sia stato implicato in una delle seguenti attività:

    1. conseguimento della Licenza di Manutenzione e/o di privilegi di certificazione mediante falsificazione della documentazione consegnata;
    2. mancata esecuzione della manutenzione richiesta ed omissione della relativa segnalazione all’impresa o al soggetto che ha richiesto la manutenzione;
    3. mancata esecuzione della manutenzione necessaria a seguito di ispezione compiuta personalmente e omissione della relativa segnalazione all’impresa o al soggetto per conto del quale avrebbe dovuta essere eseguita la manutenzione;
    4. manutenzione negligente;
    5. falsificazione dei rapporti di manutenzione;
    6. rilascio di un certificato di riammissione in servizio con la consapevolezza del mancato espletamento della manutenzione specificata sul certificato di riammissione in servizio o senza aver verificato che tale manutenzione sia stata effettivamente eseguita;
    7. espletamento di attività di manutenzione o rilascio di certificati di riammissione in servizio sotto l’influenza di alcolici o sostanze stupefacenti.

     (Rif. 66.B.500 Reg. EU nr. 1321/2014 – Annesso III_Parte66)

  11. 11
    k) Il rilascio della Licenza da parte dell’Autorità Competente di uno Stato membro EASA è riconosciuto a livello europeo?

    La Licenza di Manutentore Aeronautico è riconosciuta da tutti gli Stati membri EASA. Pertanto, una volta ottenuto il rilascio ad opera dell’Autorità Competente Nazionale (in Italia è ENAC – Ente Nazionale per l’Aviazione civile), il titolare ha la possibilità di lavorare anche in uno degli Stati membri dell’EASA.

  12. 12
    Se si ottiene il rilascio della Licenza di categoria B1.1, è possibile, in un secondo momento, presentare la domanda per il conseguimento della Licenza di categoria B1.2?

    Se si è già in possesso di una Licenza di categoria B1.1, è possibile presentare la domanda per il rilascio della Licenza di categoria B1.2, purchè vengano sostenuti, ad integrazione,  gli esami dei moduli mancanti (M11B e M16) e sia maturata un’esperienza pratica aggiuntiva di 6 mesi, che può essere ridotta al 50% se è stato frequentato un corso completo di un’Organizzazione Parte-147.